HOME
Libri
Books
Novità
News

Contatti
Contacts

 

CATALOGO LIBRI DI STORIA MILITARE

VENDITA PER CORRISPONDENZA

OTTOCENTO

Aggiornato al 08 febbraio 2020

TITOLO E DESCRIZIONE
PREZZO €
AA.VV., Il processo del Generale Ramorino. I fatti, l'istruttoria, il processo e la fucilazione. Tesi a confronto, Brossura 14 x 21 cm., pagg.147, Effepì .Il Generale Ramorino detiene il triste primato di essere stato l'unico generale italiano fucilato per aver disobbedito ad un ordine. Alcuni autori hanno parlato della sua condanna come di un "omicidio di Stato" volto a coprire le responsabilità di Casa Savoia con la creazione di un capro espiatorio ad hoc. La tesi, per quanto suggestiva, non è quella di questo lavoro. Il saggio ricostruisce la vicenda dando ampio spazio agli avvenimenti, agli atti processuali, alla difesa di Ramorino, alla vicenda in Cassazione e ai giudizi, coevi e non, sul generale. Di certo egli seppe morire meglio di come era vissuto.
18,00
F. Fiorentin - M. Greghi, Montebello 20 maggio 1859, Brossura 17 x 24 cm. pag. 136 con diverse illustrazioni b/n + 32 pag. di tavole a colori, Ritter Edizioni 2012. 1859: l’anno più importante nella realizzazione dell’Unità d’Italia. Montebello: la prima vera battaglia della campagna militare ed il battesimo del fuoco per la giovane arma della cavalleria leggera italiana, sorta dopo l’esperienza della I Guerra d’Indipendenza (1848-49). I cavalleggeri riuscirono da soli a respingere i più numerosi austriaci, che da allora dovettero sempre ritirarsi combattendo, fino al terribile scontro di Solferino e San Martino. Il Re Vittorio Emanuele II e l’opinione pubblica ne furono tanto impressionati che quando venne istituito un nuovo reparto di cavalleria, gli si volle dare il nome di “Lancieri di Montebello”, unico reggimento a prendere il nome da una battaglia ed ancor oggi pienamente operativo.
24,00
Saint Loup, Boeri...all'attacco. I Commando sudafricani in guerra. 1881-1978: a difesa di una razza, Brossura 15 x 21 cm. pag. 282 + 16 di foto b/n, Ritter Edizioni 2010. I Boeri, contadini e cavalieri, uomini e donne del /volk/ afrikaner, radicamento di un popolo europeo nella sua nuova patria africana. I Boeri, contadini capaci di vivere in modo primitivo, cavalieri infaticabili protagonisti dei più grandi raids a cavallo di tutta la storia, tiratori infallibili. I Boeri, un popolo che ha scolpito la sua storia con il fucile in mano e che ha affascinato Saint-Loup, conosciuto in Italia più per i suoi libri sui volontari delle Waffen-SS che per il resto della sua opera. L'Autore raggruppa in questo libro, romanzo ma anche libro di storia, i differenti conflitti che per quasi un secolo hanno visto impegnati i Boeri. Conflitti nati dalla paura che la loro libertà fosse minacciata, dall'imperialismo britannico nel 1898 o dal marxismo nero dal 1970 al 1978 in Angola e Rhodesia. Li seguiamo qui nella lotta contro gli Inglesi dal 1898 al 1902, vittime degli internamenti nei campi di concentramento inglesi (28.000 morti tra donne e bambini), li troviamo nella lotta contro i Tedeschi nel 1916 ai piedi del Kilimangiaro, li troviamo ideologicamente contrapposti gli uni agli altri nella Seconda Guerra Mondiale dove la loro simpatia andava maggiormente alla Germania. Effettuano un gigantesco raid di blindati in Angola contro i marxisti cubani, conducono una guerra segreta contro i terroristi neri di Mugabe in Rhodesia dal 1973 al 1977. Guerre condotte tutte con uno strabiliante coraggio e con il vivo sentimento di combattere per i loro diritti e per il loro Dio.
26,00